La nostra casa editrice è orgogliosa di riproporvi due importanti opere per preparavi a visitare il grande evento culturale dell’anno 2017/2018 mai realizzato prima sul popolo longobardo, che come prima tappa vede attrice la città di Pavia nel contesto della prestigiosa sede del Castello Visconteo a cominciare dal 1 settembre fino al 3 dicembre 2017.

Le due letture che vi proponiamo fanno parte della prestigiosa collana della Biblioteca del Bollettino della Società Pavese di Storia Patria

I Longobardi e Pavia. Miti, realtà, prospettive di ricerca. di Miceli

“I Longobardi e Pavia – Miti, realtà, prospettive di ricerca” realizzato nel 2014 è un importante libro, risultato della fruttuosa collaborazione di due Sodalizi che condividono l’interesse per la storia e la cultura di Pavia e sono da sempre impegnati, pur nella diversità dei loro fini istituzionali e della loro attività, a favorire la conoscenza storica, sociale e culturale del territorio.

Quando il 10 aprile 2013 si è tenuta la Giornata di studio dedicata a “I Longobardi e Pavia”, ideata e organizzata dal Rotary Club Pavia Minerva, la Società Pavese di Storia Patria ha dimostrato subito grande interesse per questa iniziativa che affronta uno dei nodi più dibattuti e appassionanti delle vicende di Pavia medievale.

La pubblicazione degli Atti ha permesso di diffondere le ricerche discusse durante il Convegno.

La Società Pavese di Storia Patria ha perciò accolto il volume I Longobardi e Pavia. Miti, realtà, prospettive di ricerca, nella Biblioteca della Società Pavese di Storia Patria, la collana che dal 1929 affianca il più che centenario “Bollettino” annuale.

Il lettore potrà constatare come i contributi qui raccolti, che pienamente rispondono alle linee guida annunciate nel sottotitolo del Convegno: “miti, realtà, prospettive di ricerca”, facciano davvero il punto sullo stato degli studi e aprano prospettive di ricerca originali e importanti.

Il volume è stato presentato presso la sede del Broletto nella primavera del 2014 a un pubblico attento e particolarmente numeroso.

A seguire, nel 2016, è stata realizzata una seconda opera, di fatto non solo seguito ma anche approfondimento e passione:

“I Longobardi oltre Pavia  – conquista, irradiazione e intrecci culturali” . Il vivo successo dell’iniziativa, ha persuaso il Rotary Club Pavia Minerva che sussistessero fondate ragioni per dare continuità all’esperienza d’incontro, valorizzando in modo ancora più ampio e concreto – sotto molteplici profili di rilevanza storica, politica, militare, artistica, culturale, ecc. i rapporti intrattenuti con Pavia capitale dai vari Ducati nei quali il dominio longobardo venne, con diversificato destino, ad attestarsi nello spazio italico, dalla Langobardia maior alla minor.

Il Leitmotiv di questa nuova Giornata di Studio è stato appunto l’apertura al confronto con le altre componenti del Regno presenti in varie parti d’Italia, a loro volta geograficamente non omogenee e ricche di ulteriori intrecci culturali e sociali con le civiltà e le dominazioni di confine: un ampliamento del quadro e delle prospettive d’indagine che ha voluto anche fungere da utile prodromo a una lettura degli eventi e dei processi storici che hanno fatto seguito alla vita ed alla caduta del Regno.

Le prerogative della capitale e la residenza dei sovrani hanno caratterizzato infatti profondamente l’assetto urbanistico, ecclesiastico e culturale di Pavia nell’alto Medioevo, contribuendo poi al mantenimento dei privilegi acquisiti dalla città anche nel basso Medioevo.

Alla seconda Giornata, che si è tenuta nell’Aula Volta del nostro Ateneo, hanno concesso il loro patrocinio l’Università e il Comune di Pavia, l’Istituto Lombardo, Accademia di Scienze e Lettere, la Società Pavese di Storia Patria.

Le relazioni sono state affidate a studiosi altamente qualificati provenienti da diverse sedi accademiche italiane; e la folta partecipazione di pubblico ben documenta nuovamente il desiderio di sapere di Pavia in relazione al periodo storico considerato.

Resta, tutto da costruire, il progetto di far confluire in modo ancor più diretto e coinvolgente in un disegno unitario le varie esperienze locali maturate, con le loro peculiarità, in ambito italico nell’età di trapasso, e di grandi trasformazioni, dalla dominazione romana alle nuove realtà sociali, politiche e culturali. Solo l’intelligenza, l’adattabilità ai nuovi equilibri di potere, la capacità di darsi regole ‘interne’ ed adeguate relazioni ‘esterne’ poteva permettere la sopravvivenza di un Regno come quello longobardo per oltre due secoli dopo la conquista. È a questo progetto che si potrà lavorare nel prossimi anni ed al quale il Rotary potrà dare il suo contributo, anche stabilendo legami che appaiono ancora tutti da consolidare

NON PERDETEVI  IL GRANDE EVENTO CULTURALE

Oltre 300 opere provenienti da più di 80 Musei ed enti prestatori italiani e stranieri sono pronte a raccontare la grande storia dei Longobardi, grazie anche ad approfondimenti multimediali che accompagneranno il visitatore in mostra: ologrammi, video e touch-screen.

SAVE THE DATE

Pavia, Castello Visconteo:
1 settembre – 3 dicembre 2017

Percorso espositivo nel Castello Visconteo

Scuderie (piano -1)
Otto sezioni tematiche per svelare attraverso reperti quasi totalmente inediti la grande epopea dei Longobardi. Un viaggio nel tempo e nello spazio attraverso i momenti cruciali della saga longobarda.

  1. Goti, Franchi e Longobardi in Pannonia
  2. Le necropoli
  3. Città, castelli e campagne in un’economia frammentata
  4. Culto e potere
  5. La scrittura e le sue immagini
  6. La terra dell’Impero: l’Italia nell’Europa franca
  7. Il sud. La terra dei principati: Benevento, Salerno e Capua
  8. Il sud. I monasteri di Montecassino, S. Vincenzo al Volturno, S. Sofia di Benevento

Sala del Rivellino (piano 0)
Contenuti multimediali con video mapping e touch-screen alla scoperta di Pavia longobarda

Sala Longobarda – Musei Civici (piano 0)
Le sezione espone argenti paleocristiani, oreficerie tardoromane e i reperti longobardi, che testimoniano lo splendore raggiunto da Pavia in età altomedievale.

Napoli, Museo Archeologico Nazionale:
15 dicembre 2017 – 25 marzo 2018

San Pietroburgo, Museo Statale Ermitage:
aprile – giugno 2018

DA NON PERDERE!